Le prime mosse estive della Virtus Bologna

La prima certezza della Virtus Bologna è che andrà a disputare l’EuroCup, seconda come prestigio solo all’Eurolega.

Con questo presupposto verrà costruita la squadra che presenterà diversi cambiamenti rispetto a quella che ha vinto la Champions e che ha mancato i playoff in campionato.

Ci sarà un investimento importante sul regista titolare. Circolano i nomi di Sergio Rodriguez, vincitore dell’Eurolega con il Cska Mosca e Milos Teodosic, tagliato dai Los Angeles Clippers per problemi fisici legati agli infortuni. Sul primo è forte la concorrenza di Milano, mentre sul secondo ci sono sondaggi dell’Efes Istanbul, due squadre che disputeranno l’Eurolega.

Al regista titolare verranno affiancati Alessandro Pajola e un regista d’esperienza in grado di dare minuti e carisma. Si fanno i  nomi di Giuseppe Poeta, che ha già indossato la maglia ella Virtus e che ha disputato l’ultima stagione a Torino e Ariel Filloy, che con Avellino ha realizzato 9 punti di media a partita nella scorsa stagione.

Per il ruolo di guardia Kevin Punter è seguito dal Maccabi di Tel Aviv. Se l’americano dovesse lasciare Bologna si segue Aleksa Avramovic che a Varese ha realizzato 11,6 punti a partita nella scorsa stagione ed ha nella velocità una delle sue doti migliori. Probabile la conferma di David Cornooth dopo che era stato messo in discussione valutando in quel ruolo giocatori più giovani.

Confermatissimo il capitano Aradori, che ha un altro anno di contratto e potrebbe prolungare. A lui ne ruolo di ala potrebbe essere affiancato uno fra Andrew Crawford, che a Cremona segna 17 punti di media a partita e Awudu Abass, 14 punti di media a Brescia.

Nel ruolo di ala alta quasi confermato Baldi Rossi e avviate le trattative per il giovane Nikolic si cerca un titolare di livello. Si valutano Ognjen Kuzmic in uscita da Madrid e Milan Macvan, proveniente da Monaco. Il primo ha struttura fisica da centro (216 cm per 114 kg) mentre il secondo è unn “4” puro da 20 cm e 108 kg.

Per il ruolo di centro l’idea è di confermare Kravic, a cui aggiungere Paul Biligha in uscita da Venezia.

Stando a quanto esposto verrebbero utilizzati 5 dei 6 ingaggi relativi ai giocatori stranieri. Il sesto verrebbe riservato ad un lungo americano da trattare una volta definiti gli altri elementi della rosa.

Vai alla barra degli strumenti