Home / PERSONAL COMPUTER / Cos’è il BIOS e come posso utilizzarlo nel PC?

Cos’è il BIOS e come posso utilizzarlo nel PC?

Il nostro PC presenta un vasto numero di componenti, ma a volte dimentichiamo quelli più piccoli ed insignificanti. La scheda madre ad esempio è un insieme di pezzi elettronici molto importanti, fra le quali il BIOS. Sappiamo davvero cos’è il Bios?

Iniziando dalle basi e capiamo cos’è il BIOS.

BIOS sta per Basic Input/Output System. E’ nato durante la metà degli anni 70 e fornisce una semplice, ma necessaria fonte d’informazioni per tutto il nostro PC. Senza la BIOS, la scheda madre non sa riconoscere e ordinare i componenti secondo le loro caratteristiche e funzionalità d’avvio. Generalmente la BIOS è nata proprio per memorizzare le impostazioni generali d’ogni componente principale (Floppy, HDD, ect) e evitare complicati setup per l’utente finale.

Negli anni è diventata sempre più avanzata nelle funzioni, fino a regolare anche le prestazioni del PC stesso.

L’UEFI è l’ultima forma più aggiornata. UEFI sta per Unified Extensible Firmware Interface. Fra le novità introdotte dall’UEFI, abbiamo l’integrazione diretta al sistema operativo (permettendo così tempi d’avvio ridotti), una sicurezza maggiore affidata alla funzione Secure Boot e il supporto per drive da 2TB a salire con più di quattro partizioni attive. L’UEFI è compatibile solamente con Windows 8, 8.1 e 10. Può essere tuttavia sbloccato per funzionare anche con Windows 7 e al limite XP.

Ora che sappiamo di cosa si tratta, vediamo come operare il BIOS e che cosa possiamo fare al suo interno.

Per prima cosa, come possiamo entrare nel BIOS? Ogni PC ha il suo tasto dedicato. Tuttavia, se avete l’UEFI abilitato, è probabile che non vi sarà concessa la possibilità d’entrare nella BIOS in maniera diretta.

Per le BIOS più vecchie o UEFI non protette:

Potete premere il tasto F2, DEL o ESC. Consultate le istruzioni relative al vostro Notebook o la scheda madre del PC fisso.

Per le UEFI protette:

Una volta che Windows 8 o 10 ha completato l’avvio, scorrete il mouse sulla destra per far apparire il menù. Cliccate sulla scelta “Impostazioni”  e passate poi su “Aggiorna e Ripristina”. Sotto Ripristino troverete la scelta per effettuare l’avvio avanzato. Una volta selezionato l’avvio avanzato, potrete scegliere di entrare nel firmware UEFI.

Potete eventualmente entrare direttamente nell’avvio avanzato cliccando su Impostazioni, su Arresta, e tenendo premuto Shift cliccate su Riavvia.

Ora che siamo all’interno della nostra BIOS, a seconda del nostro PC o della nostra scheda madre, troveremo un menù che possiamo dirigere con la semplice pressione di tasti oppure una vera e propria interfaccia grafica che possiamo controllare con il Mouse.

Potrebbe interessarti: come scoprire il numero di serie e nome modello del PC Windows

Ecco qualche consiglio che possiamo darvi per ottimizzare il sistema attraverso il BIOS:

Nota: se non avete almeno una piccola infarinatura nel termine, non cambiate mai le impostazioni standard della BIOS – lasciatelo fare a chi se ne intende più di voi.

  • Controllate sempre l’ordine d’avvio del vostro PC. Se ad esempio l’ordine include come prima scelta il vostro lettore DVD, può essere preferibile inserire il vostro HDD come prima periferica d’avvio.
  • Disabilitate i check non più necessari all’avvio. Ad esempio il PC controlla la presenza di periferiche nelle porte SATA 3 e 4, dove non c’è mai nulla, e questo fa perdere tempo.
  • A volte possono essere presenti funzioni per l’avvio rapido, spesso chiamate Quick Boot o con un nome dedicato.
  • Disabilitate le periferiche e le funzioni che non utilizzate mai. Ad esempio, se non fate mai utilizzo delle porte IDE, del supporto Floppy o della porta Firewire / Thunderbolt potete disabilitare queste funzioni per aumentare sensibilmente le prestazioni.
  • In PC più vecchi, questo è ancora più importante. Disabilitare funzioni e periferiche inutili (se non mettete mai il vostro PC in stand-by, disabilitate le funzioni Wake-up e S3 ad esempio) ma ovviamente fatelo con metodo e prudenza.

Una domanda finale ed essenziale: va sempre bene aggiornare il BIOS del nostro PC?

In generale è consigliato aggiornare il BIOS se state riscontrando problemi che l’aggiornamento può risolvere oppure se la nuova versione può abilitare funzioni più comode ed avanzate. Ricordatevi sempre che aggiornare la BIOS comporta un minimo rischio: è possibile rendere inoperabile il vostro PC! Fortunatamente esistono diversi modi per ripristinare la vecchia versione, perciò consultate prima tutti i modi per farlo.

About notonlyhitech2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.