Malware Gooligan: sono già 1 milione gli account infettati

Il malware Gooligan ha compromesso oltre 1 milione di account ed infetta 13 mila dispositivi al giorno. Scopriamo come rilevarlo ed eliminarlo da Android.

Piove sul bagnato: arriva il malware Gooligan sui dispositivi Android. La società Check Point Software Technologies, che si occupa di sicurezza informatica, ha scoperto che questo nuovo malware ha già infettato oltre 1 milione di account. Scopriamo insieme cosa è in grado di fare questo malware, come rilevarlo ed ovviamente come eliminarlo completamente.
gooligan android

  • Cos’è in grado di fare il malware Gooligan?

Gooligan è in grado di eseguire il famoso root sui dispositivi presi di mira, riuscendo a rubare tutti i dati sensibili associati al dispositivo, permettendo ai malintenzionati di avere pieno accesso e controllo sul dispositivo. Per dati sensibili si intendono e-mail, password e qualsiasi altro contenuto presente sul dispositivo. Inoltre riesce ad installare applicazioni a pagamento senza che l’utente ne sia consenziente.
Ma quando avviene questa infiltrazione? La causa principale è sicuramente l’installazione di un’applicazione corrotta o più semplicemente quando si clicca su un link presente in un qualsiasi contenuto digitale, stile phishing (sms, mms, messaggio social, link web). Attualmente i dispositivi interessati sono tantissimi e si parla statisticamente di un milione di account compromessi.
I problemi sono da indirizzare a quei dispositivi che possiedono le versioni Android Jelly Bean, KitKat e Lollipop. Per capire la gravità della situazione vi basta sapere che le versione Jelly Bean, KitKat e Lollipop rappresentano il 74% dei sistemi attualmente in uso sui dispositivi Android. Ogni giorno, secondo la società di sicurezza, vengono infettati 13 mila dispositivi Android.

  • Come è possibile rilevare il malware Gooligan?

Fortunatamente vi è il modo di rilevare la presenza di questo malware sul nostro dispositivo, sfruttando il tool online di Check Point. Collegarsi all’indirizzo specifico e verificare immediatamente se il dispositivo è infetto, inserendo la propria email Google.
La lista delle app corrotte è ingente e la segnaliamo di seguito:

  • Perfect Cleaner
  • Demo
  • WiFi Enhancer
  • Snake
  • gla.pev.zvh
  • Html5 Games
  • Demm
  • memory booster
  • แข่งรถสุดโหด
  • StopWatch
  • Clear
  • ballSmove_004
  • Flashlight Free
  • memory booste
  • Touch Beauty
  • Demoad
  • Small Blue Point
  • Battery Monitor
  • 清理大师
  • UC Mini
  • Shadow Crush
  • Sex Photo
  • 小白点
  • tub.ajy.ics
  • Hip Good
  • Memory Booster
  • phone booster
  • SettingService
  • Wifi Master
  • Fruit Slots
  • System Booster
  • Dircet Browser
  • FUNNY DROPS
  • Puzzle Bubble-Pet Paradise
  • GPS
  • Light Browser
  • Clean Master
  • YouTube Downloader
  • KXService
  • Best Wallpapers
  • Smart Touch
  • Light Advanced
  • SmartFolder
  • youtubeplayer
  • Beautiful Alarm
  • PronClub
  • Detecting instrument
  • Calculator
  • GPS Speed
  • Fast Cleaner
  • Blue Point
  • CakeSweety
  • Pedometer
  • Compass Lite
  • Fingerprint unlock
  • PornClub
  • com.browser.provider
  • Assistive Touch
  • Sex Cademy
  • OneKeyLock
  • Wifi Speed Pro
  • Minibooster
  • com.so.itouch
  • com.fabullacop.loudcallernameringtone
  • Kiss Browser
  • Weather
  • Chrono Marker
  • Slots Mania
  • Multifunction Flashlight
  • So Hot
  • Google
  • HotH5Games
  • Swamm Browser
  • Billiards
  • TcashDemo
  • Sexy hot wallpaper
  • Wifi Accelerate
  • Simple Calculator
  • Daily Racing
  • Talking Tom 3
  • com.example.ddeo
  • Test
  • Hot Photo
  • QPlay
  • Virtual
  • Music Cloud
  • Come eliminare completamente Gooligan?

Per eliminare completamente l’infezione è necessaria una re-installazione pulita del sistema operativo sul proprio dispositivo, riportandolo alle impostazioni di fabbrica. La procedura è sicuramente tediante per molti utenti, ma necessaria per chi ha subito l’infezione di questo grave malware sul proprio dispositivo Android.
Adrian Ludwig, direttore del reparto di sicurezza Android, afferma di essere subito al lavoro per garantire la sicurezza dei propri utenti. In attesa delle patch di sicurezza, che bloccano l’accesso di questo malware, vi consigliamo di fare molta attenzione e di verificare immediatamente se il vostro dispositivo è stato infettato.
FONTE | CHECKPOINT

Vai alla barra degli strumenti