Goldminer: guadagna 200€ al mese con la tua GPU

L’idea di Goldminer, una startup italofrancese, propone proprio di “noleggiare” la potenza di calcolo della propria GPU fino al punto da farti guadagnare del denaro, dai 10 ai 20 euro al mese.
La giovane società presenta il proprio primo prodotto come “l’Airbnb della potenza di calcolo” e si basa in effetti sullo stesso concetto del popolare servizio per l’affitto di stanze e appartamenti, e non è troppo diversa da quanto proposto dal progetto SETI@Home. Solo che in questo caso chi mette a disposizione la propria potenza di calcolo può guadagnare del denaro.
È possibile grazie al network decentralizzato chiamato Ethereum, finanziato in crowdfunding nel 2014 con oltre 30.000 Bitcoin (più di 18 milioni di dollari all’epoca). Ethereum, come Bitcoin, è basato sulla tecnologia Blockchain: collega migliaia di computer tra loro e li trasforma in un sistema sui cui eseguire speciali applicazioni chiamate DAPPS (Decentralized Applications).
All’interno di Etherum c’è anche una valuta che si chiama Ether e fa da “carburante” per tutto il meccanismo. Se uno sviluppatore carica e avvia un’applicazione, essa consumerà risorse quantificate in Ether. Lo sviluppatore o la società dovrà comprarne, pagando in euro, per mantenere la sua app in funzionamento. Il ricavato sarà distribuito tra tutte quelle persone che hanno messo il proprio computer a disposizione.
Ethereum è però un prodotto molto tecnico adatto solo a chi la le competenze necessarie, ed è qui che entra in gioco Goldminer. Questo programma offre infatti un’interfaccia molto semplice che permette a chiunque di collegarsi a Ethereum in pochi click e cominciare subito a guadagnare qualcosa.
Stando al comunicato stampa, “chiunque con un computer recente” può scaricare Goldminer e cominciare a noleggiare il suo computer. Si specifica che “è essenziale una scheda grafica moderna, almeno una AMD HD7950 o Nvidia GTX 960. Goldminer promette cifre anche sostanziose: da 10 a 200 euro al mese, a seconda dell’effettiva potenza.
Il programma include anche uno strumento di programmazione per decidere in quali momenti vogliamo cedere la potenza ad altri, e quando invece vogliamo tenercela tutta per noi. Tipicamente, si lascerà Goldminer attivo di notte e in generale quando non si sta usando il computer. Goldminer al momento è disponibile per Windows 7 e versioni successive, mentre sono ancora in sviluppo le versioni per macOS e Linux.
Potete provarlo scaricando dalla pagina dell’azienda omonima.
Vai alla barra degli strumenti