Home / HI TECH / Telegram contro tutti… ma tutti chi?

Telegram contro tutti… ma tutti chi?

Il titolo non è fuorviante , anzi esprime chiaramente il messaggio che si vuole inviare agli utenti . Da sottolineare che non è questione di preferenze , ma di dati statistici e dimostrazioni pratiche , non idee senza fondamento . Per capirci, dobbiamo focalizzarci su Telegram, vista come applicazione in tutte le sue sfaccettature.

COS’È TELEGRAM E CHI C’È DIETRO

Telegram è un’applicazione di messaggistica istantanea erogata senza fini di lucro dalla società Telegram LLC. Telegram è stata fondata nel 2013 dai fratelli Nikolai e Pavel Durov. Il ruolo dei due personaggi che stanno dietro questa app è molto chiaro : Nikolai ha il merito di aver creato il nuovo protocollo MTProto sul quale Telegram è basato mentre Pavel ha fornito sostegno finanziario e infrastrutture attraverso il suo fondo Digital Fortress. Inizialmente l’app di messaggistica sbarca su F-DROID (catalogo di applicazioni libere per Android,realizzato da un software lato client e uno lato server, entrambi coperti da licenza libera) e registra subito grandi numeri.

I NUMERI DI TELEGRAM

Il 24 marzo 2014 Telegram ha annunciato di aver raggiunto i 35 milioni di utenti attivi mensilmente e 15 milioni di utenti giornalieri, il 15 settembre 2015 c’erano 60 milioni di utenti attivi al mese. Nel mese di febbraio 2016 si sono raggiunti i 100 milioni di utenti attivi mensili, 350.000 nuovi utenti al giorno e 15 miliardi di messaggi scambiati giornalmente.

telegram-utenti-attivi

CARATTERISTICHE

VELOCITÀ : Telegram é la più veloce app di messaggistica sullo store perché usa un’infrastruttura decentralizzata con centri dati posizionati in tutto il globo per connettere le persone al server più vicino possibile.

SICUREZZA : Falle di sicurezza in app popolari hanno goduto di una cattiva fama recentemente, così la  missione é diventata il provvedere la migliore sicurezza sul mercato.

ARCHIVIAZIONE NEL CLOUD : Impossibile perdere i dati! Telegram permette di archiviare nel cloud gratis e illimitatamente tutti i messaggi Telegram e i media ai quali si può accedere in maniera sicura da più dispositivi.

CHAT DI GRUPPO E CONDIVISIONE : Con Telegram si possono formare grandi chat di gruppo (fino a 5000 membri), condividere velocemente video con le dimensioni di un gigabyte, e mandare tutti i tipi di file.

AFFIDABILE : Costruito per consegnare i messaggi nel minor numero di bytes. Lavora persino sulle connessioni mobili più deboli!

100% GRATIS E SENZA ADS : Telegram é gratis e lo sarà per sempre.

PRIVACY : Dati al sicuro e non daremo mai l’accesso a terzi dei dati personali.

SUPPORTO : Per il supporto in diretta basta andare in Impostazioni su Telegram e selezionare “Fai una domanda” per inviare un messaggio direttamente ai volontari del supporto. Possibile anche inviare un’email a support@telegram.org.

COMPONENTI

  • Chat

Le chat si suddividono in due tipologia : Chat classiche e Chat segrete. Le prime sfruttano la cifratura client-server , ovvero le conversazioni vengono cifrate dal dispositivo al server di Telegram e viceversa ; ciò permette di archiviare le proprie conversazioni per poter accedere ad esse da più dispositivi. Inoltre è possibile inviare file fino ad un massimo di 1.5 GB. Le seconde sfruttano la cifratura end-to-end , quindi cifrata tra dispositivo mittente – dispositivo destinatario. Ovviamente le conversazioni non sono archiviate sui server Telegram, ed è possibile accedere ad esse solo dal dispositivo coinvolto . Possibile usare un timer di autodistruzione dei messaggi in questa tipologia di chat. Il principio di funzionamento delle chat segrete è l’utilizzo di un protocollo crittograficoDiffie-Hellman key exchangeche consente a due entità di stabilire una chiave condivisa e segreta utilizzando un canale di comunicazione insicuro (pubblico) senza la necessità che le due parti si siano scambiate informazioni o si siano incontrate in precedenza. La chiave ottenuta mediante questo protocollo può essere successivamente impiegata per cifrare le comunicazioni successive tramite uno schema di crittografia simmetrica.

supergruppi-telegram-privacy

  • Gruppi e Supergruppi

La vera differenza tra Gruppo e SuperGruppo è il numero di membri che possono accedere . Nel Gruppo si ha un limite di 200 membri mentre nel supergruppo è possibile raggiungere il picco di 5000 membri. L’unica accortezza è che un gruppo può diventare supergruppo se ha almeno 2 membri, mentre un supergruppo non può più diventare gruppo. Quali sono le differenze oltre al numero di membri? Innanzitutto nel supergruppo i nuovi utenti possono accedere all’intera cronologia dei messaggi, cosa non possibile in un gruppo. Gli utenti di default non riceveranno notifiche , salvo se coinvolti in tag o in risposte relative ai messaggi inviati.

telegramgroupmembers

  • Sticker

Altra novità di Telegram sono gli ormai famosi sticker. Gli Sticker (o semplicemente chiamati adesivi) sono immagini ad alta definizione salvate sul Cloud. Lo scopo di questi sticker è quello di rendere più espressivi e immersivi i messaggiTelegram offre un pacchetto di Sticker preinstallato, con la possibilità per gli utenti di crearne altri tramite il bot ufficiale @stickers .

Stickers-Telegram-1

  • Canali

I canali ,nati nel Settembre del 2015, sono la vera forza di Telegram. Si configurano come delle semplici chat in cui solo l’amministratore del canale può inviare messaggi, attualmente invece gli utenti possono solo visualizzare e non rispondere o commentare messaggi presenti nel canale , anche se è quasi ufficiale l’imminente arrivo dei commenti da parte degli utenti nei canali. Un canale è caratterizzato da un indirizzo link ed un username. Esiste inoltre uno store ufficiale per i canali , laddove è possibile ricercare / recensire / votare / inserire / aggiungere canali. Anche noi di notonlyhitech abbiamo deciso di sfruttare questa grande invenzione di Telegram e abbiamo il nostro canale @notonlyhitech disponibile direttamente da qui:

Segui notonlyhitech su Telegram

Telegram-introduce-i-Canali-chat-senza-limiti-di-pubblico

  • Bot

Telegram, nel Giugno 2015, introduce una piattaforma per permettere a sviluppatori esterni di creare BOT. I BOT sono programmi automatizzati in grado di interagire con noi come dei normali contatti gratuitamente e soprattutto senza occupare memoria. In seguito è stata resa disponibile la modalità inline , che permette di citare un bot in una chat semplicemente citandolo con il carattere @ . Possibile creare un BOT personalizzato attraverso Botfather (@BotFather).

  • @Gif – Per cercare e mandare GIF.
  • @Vid – Per condividere video da YouTube.
  • @Bing – Per condividere immagini con Bing.
  • @Pic – Per condividere immagini con Yandex.
  • @Wiki – Per condividere voci di Wikipedia in tutte le lingue.
  • @Imdb – Per condividere informazioni sui film.
  • @Bold – Per formattare del testo.
  • @youtube – Per condividere video .
  • @music – Per condividere musica.
  • @sticker – Per creare pacchetti di sticker.
  • @like – Prima forma di sondaggio , in procinto di essere implementata.

Bot-Telegram-2

CLIENT TELEGRAM MULTIPIATTAFORME

Sono disponibili client alternativi ufficiali e non , grazie anche alle API open source di Telegram. Tra i client ufficiali troviamo quelli disponibili per : Microsoft Windows , GNU/Linux , OS X , iOS, Android, Windows Phone e browser web (webogram). Manca invece il suppoto ufficiale per Blackberry , Ubuntu Touch e Sailfish OS . I vari client sono reperibili direttamente sul sito ufficiale.

DOMANDE FREQUENTI

Questa sezione sarà aggiornata ogni qualvolta riceviamo un interrogativo su Telegram da parte degli utenti, non è da vedere come una sezione ultra completa, ma si può vedere come una sezione in continua costruzione , che cerca di ovviare ai dubbi che affliggono gli utenti novizi del servizio di messaggistica istantanea .

  • Possibile nascondere l’ultimo accesso?

Possibile scegliere chi vede le info nelle impostazioni di Privacy e Sicurezza (introdotte in Telegram per Android 2.0, e iOS nella versione 2.7.2)

Ovviamente non sarà possibile vedere l’ultimo accesso delle persone al quale non si condivide il proprio, si può invece osservare un valore approssimativo dell’ultimo accesso. Questo tiene lontano gli stalker, ma permette di capire se l’altra persona è raggiungibile su Telegram. Ci sono quattro possibili valori approssimativi:

  • Ultimo accesso di recente — copre ogni cosa tra 1 secondo e 2-3 giorni
  • Ultimo accesso entro una settimana — tra 2-3 e sette giorni
  • Ultimo accesso entro un mese — tra 6-7 giorni e un mese
  • Ultimo accesso molto tempo fa — più di un mese (viene anche mostrato agli utenti bloccati
  • Chi può vedere in linea un utente?

Le regole dell’ultimo accesso si applicano anche allo stato in linea. Le persone possono vedere in linea solo se si condivide l‘ultimo accesso con loro. C’è una sola eccezione: le persone saranno in grado di vedere in linea un utente per un breve lasso di tempo quando invii loro un messaggio in una chat singola o scrivi in un gruppo di cui entrambi sono membri.

  • Possibile effettuare chiamate / videochiamate in Telegram?

Telegram si è attualmente specializzata nell’inviare messaggi, grandi media e file . Il trend del momento sono i messaggi, quindi Telegram punta tutto su di essi, ma non preclude una successiva implementazione delle chiamate / videochiamate.

  • Cosa si può usare come username?

Si può usare a-z, 0-9 e l‘underscore. Gli username sono case-insensitive, ma Telegram li memorizzerà con le maiuscole che si preferiscono (es. Telegram e TeleGram sono lo stesso utente). L’username dev’essere almeno di cinque caratteri.

INIZIATIVE INTERESSANTI

Gli sviluppatori di Telegram imbastiscono dei contest , rivolti a tutti gli utenti amanti dello sviluppo e della programmazione , per la creazione di bot fantasiosi che rispettino i principi di Telegram con in palio un montepremi non trascurabile. Attualmente è in palio 1 milione di dollari suddiviso in borse da 25000 dollari ciascuna a chi crea bot semplici, veloci, fantasiosi ed utili . Il contest termina il 31 dicembre 2016 ed è stato avviato per incentivare lo sviluppo di nuovi bot sulla piattaforma.

bot-contest-520x245

CONCLUSIONE

L’articolo, da come avete capito, non è a scopo di lucro e neanche basato sui gusti di chi lo scrive , ma mira ad evidenziare quelle caratteristiche che possiede la piattaforma , che la rendono unica nel suo genere. Allora vi pongo un interrogativo, cosa pensate di Telegram? Pensate davvero che il titolo sia fuorviante? Attualmente Telegram occupa un primato basato sulla semplicità, velocità, efficienza, comodità, sicurezza , cosa altro si chiede ad un programma di messaggistica istantanea? Ci tengo a sottolineare , ulteriormente, che una delle problematiche più ricorrenti riscontrate dagli utenti è la sua poca popolarità , allora vi rispondo con un nuovo interrogativo, è giusto perseguire i propri ideali usando ciò che piace oppure uniformarsi ad una spenta massa?

 

About notonlyhitech2

5 commenti

  1. Jena Plinsky

    Peccato che l’italiano medio e non, continui a perseverare sempre nella stessa direzione e che alla fine ci arrivi dopo tutti gli altri…, sempre che ci arrivi!

    • Il problema è proprio questo, si tende a fare e ad usare ciò che fanno ed usano gli altri, non si pensa mai con la propria testa puntando a ciò che è meglio per le proprie esigenze . Nel nostro piccolo cerchiamo di far riflettere e non imporre delle idee agli utenti, in modo che possano capire davvero la differenza .
      La ringraziamo per il feedback. Continui a seguirci.
      Saluti notonlyhitech

  2. Titolo assolutamente fan-tas-ti-co
    contro chi? non c’è concorrenza…
    se hai Telegram e ti volti, vedi “gli avversari” solo usando il binocolo…
    complimenti per l’articolo completo e con tutte le particolarità ben spiegate
    potete casomai inserire i BOT inline @like che una prima forma di “sondaggio” che probabilmente verrà implementata nei canali prossimamente, per ora disponibile solo nelle chat e nei gruppi
    un salutone
    dal canale Telegram: TuttologoRR64

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WebShake – tecnologia