Home / ANDROID / Android N ufficiale: arriva la prima Developer Preview
UI

Android N ufficiale: arriva la prima Developer Preview

Google ha inaspettatamente ufficializzato Android N ed il programma Android Beta tramite il suo sito Developer, andando contro la tradizione del rilascio durante il Google I/O. il programma beta consiste nella possibilità di ricevere la nuova versione sul proprio dispositivo tramite un aggiornamento OTA, previa iscrizione al suddetto programma. È possibile scaricare la preview per Nexus 6, Nexus 9 (sia in variante WiFi che in variante LTE), Nexus Player, Nexus 5X, Nexus 6P e Pixel C a questo indirizzo. Questa release porta molte novità al sistema operativo, tra cui alcune molto attese:

 

Multiwindows

È stato introdotto il supporto al multi-window, ossia la possibilità di utilizzare due applicazioni in contemporanea, come già succede su alcuni smartphone android. È possibile dividere lo schermo verticalmente sui telefoni e orizzontalmente sui tablet. La divisione non è fissa ed è possibile modificare la grandezza secondo i termini dettati dalle app che dovranno essere modificate per supportare la funzionalità e lo sviluppatore dovrà specificare il valore minimo di grandezza. Su Android TV invece ci sarà la modalità picture-in-picture che permette di usare un’applicazione in una finestra mentre viene riprodotta un’altra app a pieno schermo (come su windows, n.d.)

 

Notifiche

Sono molte le modifiche introdotte alle notifiche con Android N tra cui nuovi template che permettono agli sviluppatori di creare notifiche delle app tali da mettere in risalto l’avatar e/o le immagini più importanti e notifiche raggruppate intelligenti in modo che l’utente può compiere azioni sulle notifiche (tra cui rispondere o eliminare un messaggio) sia in gruppo oppure singolarmente.

 

Multilingua

Gli utenti che conoscono più di una lingua potranno selezionare più lingue di sistema, in modo che le applicazioni possano fornire contenuti in più lingue o che non propongano traduzioni se l’utente conosce la lingua natia dell’applicazione.

 

Risparmio Dati

È stata introdotta la modalità risparmio dati che permette di contenere l’utilizzo dei dati: quando inserito, viene segnalato alle applicazioni che ci si trova in questa modalità, e quest’ultime modificano automaticamente le loro funzione in modo da ridurre l’impiego di banda (ad esempio non scaricando immagini o video in background oppure diminuendo la risoluzione).

 

Quick Setting

La tendina dei quick settings è stata leggermente modificata. Adesso appare, infatti, è più funzionale ed assomiglia di più a quella della CyanogenMod 13. Infatti è possibile modificare quali impostazioni mostrare e quali nascondere e riordinarle.

 

Blocco Numeri

Sarà possibile bloccare i numeri di telefono senza usare applicazioni terze. È stato introdotto un blocco nativo dei numeri indesiderati a livello di sistema, in modo che tutte le applicazioni cche usano la parte telefonica (quindi  anche gli SMS) avranno accesso alla lista dei numeri bloccati e bloccheranno le comunicazioni con essi. Inoltre i numeri bloccati potranno essere passati ai gestori telefonici tramite le eventuali applicazioni da loro sviluppate in modo da segnalare e, perchè no, bloccare dei numeri indesiderati a monte, in modo che non possano contattare anche altri utenti.

 

Avvio Diretto

Android N dispone ora di un Avvio diretto che, oltre a ridurre i tempi di avvio, permette ad una serie di applicazioni selezionate dall’utente di funzionare anche in caso di riavvio inaspettato. Se, per esempio, il dispositivo va in crash e si riavvia mentre stiamo dormendo e il dispositivo ha la crittografia attiva, con l’Avvio Diretto sarà possibile continuare a ricevere notifiche quelle app senza inserire i codici di sblocco.

 

Profili Lavoro

È stato introdotto un “profilo lavoro”, una sorta di ambiente a parte  protetto da  password o codici di sblocco (un po come Knox sui Samsung Galaxy), che potrà essere disabilitato su richiesta, rendendo impossibile accedere ai dati e alle applicazioni installate in quell’ambiente. Una volta disattivato il profilo di lavoro verranno sospese anche le notifiche e la sincronizzazione in background delle applicazioni di lavoro.

 

Doze on the go

Con Android Marshmallow è stato introdotto Doze, ossia la funzione di risparmio energetico avanzato durante il periodo di inattività dello smartphone. Con Android N Doze diventa on the Go. Questa funzione fa si che Doze si attivi anche quando teniamo il dispositivo in tasca e, quindi, in movimento. La nuova modalità attiva il risparmio energetico poco dopo che lo schermo è spento,  con il sensore di prossimità coperto tale da far capire che sia in tasca e con il sistema alimentato a batteria, limitando l’accesso sia alla rete e che alla CPU. Riaccendendo lo schermo, il sistema tornerà alle sue funzionalità complete come accade attualmente.

 

Project Svelte

Project Svelte è il sistema introdotto da Google per provare a ridurre il consumo di RAM da parte di tutte le app, comprese quelle di sistema,cerca di ottimizzare il funzionamento delle stesse in background. Google ha migliorato anche Job Scheduler e GCMNetwork Manager per dare agli sviluppatori un maggiore controllo delle applicazioni quando lavorano in background in modo da non sovraccaricare il sistema. È stato introdotto anche il supporto alle OpenGL ES 3.2 grazie ad una serie di nuove estensioni e chiamate di sistema.

 

Informazioni di emergenza

Al primo avvio, durante l’inizializzazione del dispositivo, sarà possibile eseguire una serie di operazioni opzionali. Sarà possibile inserire i propri dati personali, i dati medici come allergie, gruppo sanguigno, varie informazioni mediche necessarie in caso di emergenza ed i numeri da contattare in caso di bisogno. C’è persino la propria volontà di donare gli organi (ma ne terranno davvero conto?). In caso di necessità infatti un soccorritore potrà tappare sul pulsante emergenza presente nella schermata di sblocco e quindi e visualizzare i dati inseriti in precedenza.

 

Queste sono le grandi novità del nuovo Sistema Operativo. Essendo una Developer Preview, Google potrebbe modificare alcuni aspetti, introdurre o eliminare alcune funzioni, prima del rilascio finale. Noi comunque saremo qui e vi terremo aggiornati.

 

About notonlyhitech2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WebShake – tecnologia